Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri/pokestudio/arcticbay/Sources/Load.php(225) : runtime-created function on line 3

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri/pokestudio/arcticbay/Sources/Load.php(225) : runtime-created function on line 3
Stampa la Pagina - La fan fiction di gruppo

Arctic Bay

No Pokés => Fan Arts => Topic iniziato da: phantom su Maggio 09, 2007, 21:08:50



Titolo: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 09, 2007, 21:08:50
Tanto per divertirci, ho deciso di aprire questo topic, proprio come era aperto sul The Fantasy Forum (che nessuno di voi conosce, tranne Drax :roll ).

Regole:
Non è permesso postare risposte che commentino il capitolo precedente, e/o inutili post che non abbiano niente a che fare con la storia: è possibile postare solo continuando il pezzo precedente della fan fiction, nessuna eccezione. Il post deve essere collegato al post precedente della fiction, e può avere lunghezza variabile, non deve, però, superare una pagina di Word. I personaggi dovranno essere presi esclusivamente da questo forum, e la presentazione dei personaggi potrà avvenire nei primi 5 capitoli, separatamente (non collegati) (i primi 5 saranno i protagonisti principali, quindi affrettatevi a rispondere :asd ), dopodiché, nei capitoli successivi, la destrizione dei nuovi personaggi dovrà essere solo un piccolo frammento della storia. Il tempo verbale sarà il passato, e il narratore non sarà un protagonista (scrittura in terza persona). Quando la storia si sarà fatta troppo lunga e complicata, aprirò un nuovo topic e saranno possibili commenti della storia vecchia. Ah, ovviamente il tema sarà "Pokémon", ma le parole non dovranno essere specifiche di Net Battle (e, per favore, niente abbreviazioni), e dovrà essere ambientato ai giorni nostri. Buon divertimento e buona lettura.

~~~~~~~~~~~

La Fan Fiction di Gruppo - ArcticBay 2007
Inforcò gli occhiali, sistemò i suoi vestiti, prese il suo zaino e la cintura con una decina di Pokéball, di cui solamente tre piene, quindi uscì di casa sua, salutando la madre, e alzò lo sguardo, pensando ai suoi nuovi obiettivi. Il ragazzo era abbastanza alto, con i capelli rossi e gli occhi verdi. Umbreon91 era deciso, voleva riuscire a prendere un Aerodactyl selvatico, e sapeva per sentito dire che se ne potevano trovare più a nord, tra le montagne. Aerodactyl non perché fosse il suo Pokémon preferito, ma perché aveva sentito che facesse degli attacchi straordinari, e che la sua bellezza fosse immensa. Arrivato sulla strada principale, decise di liberare i suoi Pokémon, per fargli respirare quell'aria che sembrava aprisse nuovi orizzonti. Aprì la prima sfera, ne uscì un bellissimo Umbreon, questo sì che era il suo pokémon preferito! Questo si scrollò un po', poi avanzò, stiracchiandosi, verso il suo padrone. Era stato il suo primo Pokémon. Il ragazzo indossava abiti scuri ed assomigliava in qualche modo al Pokémon che aveva appena liberato. Il ragazzo liberò il secondo Pokémon, un Bagon. Era piuttosto grande, come Bagon, e, secondo Umbreon91, stava per evolversi; aveva quasi due anni e Umbreon l'aveva catturato un giorno, vicino ad alcune grotte, quando l'aveva trovato moribondo ai piedi di una parete rocciosa: evidentemente aveva fatto uno dei tentativi vani di volare, comune tra i Bagon. Arrivò, quindi il momento di liberare il suo secondo Pokémon, lanciò la sfera e ne uscì un Togetic, evoluto da Togepi solo la settimana prima. In effetti, Umbreon aspettava proprio la sua evoluzione, prima di partire, per non trovarsi in una grande difficoltà contro alcuni avversari.
Ovviamente non partiva da solo, aveva invitato vari amici. Pensando, imboccò il vialetto che prtava a casa di uno di questi.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Ganseki su Maggio 09, 2007, 21:28:40
Infatti The Sfiga Teller (più noto come Poli) uscì di casa, ma inciampò rovinosamente sullo scalino...
Gli cadde una Poke Ball e ne uscì fuori un Politoed che saltellava felice senza accorgersi del padrone a terra.
Gliene rotolarono via altre due e ne uscirono altri due Pokemon: un Ampharos molto affettuoso e un Heracross dall'aria molto seria.
Poli si rialzò, il Ranocchio lo innaffiò per bene e si beccò le imprecazioni del malcapitato.
Salutò Umbreon e, non vedendo un Sunflora che prendeva il sole in giardino, inciampò un'altra volta.
Ampharos, vedendo ciò, si gettò subito sull'allenatore sperando di consolarlo... e gli atterrò sulla schiena. Ahia che dolore.
Insieme, Poli e Umbreon si incamminarono, finché non videro...
(avanti il prossimo)


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: CtW su Maggio 09, 2007, 21:41:26
[Il problema è che io non ho Word su questo Pc, e non posso determinare precisamente quanto possa esser lunga. Farò una cosa piuttosto corta, pertanto.]

...
Cercatesori, che passeggiava assorto nei suoi pensieri. Venne quindi fermato da una voce improvvisa: "Salve Cerca!". Cercatesori sussultò, poi alzò il guardo verso la figura che l'aveva chiamato, e quasi istintivamente rispose "Ciao!". Umbra sorrise, e soffermò su di lui gli occhi: come al solito, non si era pettinato i capelli, che erano quindi un ammasso aggrovigliato di fili bruni. Era vestito in modo strano, con dei pantaloni jeans di color beige, una maglietta azzurra ed una grossa cintura blu, a cui erano appese due sfere. Umbreon conosceva bene il contenuto di quelle: un anziano Kadabra, molto potente, ed un piccolo Bulbasaur, nato evidentemente da pochi mesi. Lui aveva già provato a fare delle battaglie contro Cercatesori ed aveva sempre vinto grazie al vantaggio di aver allenato bene il suo Umbreon. Finì di osservarlo, ed esortò gli altri a partire: "Ci aspetta una lunga camminata, dovremmo partire.". Ebbe subito una replica affermativa, così s'incamminò nuovamente, con a fianco Cercatesori e The Sfiga Teller, parlando dei fatti che erano avvenuti loro recentemente...

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 09, 2007, 21:50:39
Intanto, qualche chilometro più a nord...
"Eccolo, è lì!"
"Lo vedo, lo vedo. Milotic, Idropompa."
Un bagliore, e da una Pokèball completamente bianca uscì uno splendido esemplare di Milotic, di taglia ben inferiore alla media ma di lunghezza impressionante. Dopo qualche istante mosse la coda, ed un getto d'acqua venne sparato fuori con una pressione spaventosa.
"Preso."
Qualcosa cadde con un tonfo fragoroso. Una carcassa, o un macigno, o entrambi. Il padrone del Milotic s'avvicinò, lasciando cadere svogliatamente sul Pokèmon una Pokèball, stavolta di colore giallo.
"Sarà un gran bell'elemento per l'Hax Team, non trov..." ma non riuscì a dire altro, la Recluta dell'Hax Team Miguel de Buena Esperanza si ritrovò stretto fra le spire del Milotic.
"Ti ho detto mille volte che mi innervosisci. Ti è appena piovuto addosso un Aerodactyl, peccato."
Al fare gelido del proprio Comandante la Recluta sgranò gli occhi.
"Milotic, Schianto." E sù, usando la propria coda come una molla. Dopo l'atterraggio tutto ciò che rimase in quello spiazzo di montagna furono un Milotic troppo lungo, uno strano allenatore, Lunaedge si chiamava, in borghese ed una Pokèball gialla che continuava a muoversi. Destra. Sinistra. Destra. Ferma.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Abry su Maggio 09, 2007, 21:57:20
si spostarono verso la "Arida Valle", postaccio pieno di pokèmon selvatici, ma anche di allenatori scorretti ma comunque forti. All'improvviso, sentirono un gran fracasso... era un armadio rotolato dalla vallata più in là... I 3 si avvicinarono, e videro un autocarro dei traslochi che aveva avuto qualche problema. I 4 si attivarono subito, Cercatesori fece sistemare al suo Kadabra, o meglio, alla sua mente, i danni che i distratti Machamp [impauritissimi da Alakazam] avevano fatto con l'armadio. Poco dopo uscì da dietro alcuni scatoloni una figura mingherlina, con i capelli lunghi, con un aspetto molto orientale. Non fece in tempo a ritirare Alakazam che il figurino si era già presentato, si chiamava Abry, veniva da una città molto lontana, da un altro continente. Con sè non aveva altro che un piccolo Chinchou, regalatogli dalla mamma per il suo compleanno, e un più anziano Dodrio: "Doduo è stato il mio primo Pokèmon"- disse -"abbiamo viaggiato insieme per i due anni che separano oggi dal mio inizio. Doduo si è evoluto subito prima del trasloco, così io son venuto fin qui in groppa a lui, mentre i miei genitori si son fatti accompagnare dai traslocatori". Li invitò velocemente a prendere un caffè, poi decise di "accollarsi" a loro, montò su Dodrio e li seguì verso le montagne...
 
To be continued...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Espeon91 su Maggio 09, 2007, 22:02:00
Umbreon restò sorpreso quando una giovane ragazza gli saltò letteralmente addosso gridando - oni-saaaan! -.
Questa era Yuki, quindicenne, alta intorno agli 1.65, capelli lunghi neri raccolti in una treccia e occhi azzurri. Aveva un paio di pantaloncini di jeans, una maglietta nera smanicata e una giacca dello stesso colore a maniche lunghe. Portava ai piedi un paio di comodi stivali che arrivavano sotto il ginocchio marroni e aveva una borsa a tracolla di colore blu-grigio. Dietro di lei la seguivano un charmander e un espeon. Salutò i ragazzi e continuarono per la strada.

To be continued...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Mr.Pkmn su Maggio 09, 2007, 22:02:59
...Ma nelle vicinanze correndo arrivò Mr.Pkmn con la sua fedele Gardevoir. Indossava un camice bianco da chimico, visto che era l'assistente di un professore non molto noto in quella regione, il Prof. Rowan. Infatti lui era un grande appassionato di Pokemon ed è stato inviato a Kanto per studiare i Pokemon che non c'erano a Sinnoh. Umbreon91 disse il motivo per cui lo aveva chiamato per l'avventura. Mr.Pkmn spiegò che quello era un banalissimo Golbat e non era un Aerodactyl. Umbreon91 sbuffò e incitò gli altri a continuare la ricerca del pokemon. Ma all'improvviso Mr.Pkmn li fermò indicando che  Aerodactyl si estinse milioni di anni fa, probabilmente per via del meteorite che colpì la terra tanto tempo fa. Umbreon91, deluso, si sedette per sbaglio addosso a The Sfiga Teller, che era inciampato per l'ennesima volta. Però Mr.Pkmn lo tranquillizzò mostrando un libro di storia che indicava il ritrovamento di varie Ambre Antiche. In questo modo era possibile far resuscitare un Aerodactyl tramite il laboratorio dell'Isola Cannella. A Umbreon91 tornò il sorriso e si scusò per aver fatto male a The Sfiga Teller. Intanto Mr.Pkmn chiese a Cercatesori se aveva il suo Explorer Kit e lui tirò fuori un Radar che indicò un puntino giallo nelle vicinanze. Mr.Pkmn fece uscire dalla Poke Ball il suo Straraptor allenato a Sinnoh e gli chiese di perlustrare l'area. Intanto gli altri...
(Baton Pass, continuate voi)


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Abry su Maggio 09, 2007, 23:15:02
Mentre la maggior parte dei protagonisti si interrogava sul tipo, sulla forma e sulle caratteristiche di quello Staraptor, Cercatesori seguiva la mappa in quarta di copertina del suo libro di storia. Certo le montagne di Kanto non avevano nulla a che fare con quelle di Sinnoh, ma ci si poteva arrangiare. Ecco che ad un certo punto, un fulmine colpì lo Staraptor di Mr.Pkmn, il gruppo percepì i brividi, non avevano l'ombrello, e una tempesta in montagna non era cosa tranquilla senza alcun tipo di riparo... ma anche no, non era stato un lampo! Su una grande roccia era seduto un losco figuro, con un mantello verde mimetico e un cappello militare: davanti a lui c'era un accanitissimo Raichu... tonf... fu il solo rumore provocato da Staraptor dopo aver subito il colpo... Mr.Pkmn non si scoraggiò, ritirò l'esausto Staraptor, e fece scendere in campo Gardeivor e...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 09, 2007, 23:35:24
Intanto, sempre qualche chilometro più a nord...

"Sono io, l'ho preso. Sto tornando alla Base adesso, vedi di farmi trovre tutto in ordine per il nostro nuovo ospite."
"Certo, signore."
"Ah, e libera la stanza assegnata a quel Miguel. Quando ho colpito l'Aerodactyl gli è caduto addosso. Con una tanto scarsa fortuna non avrebbe comunque fatto molta strada nell'Hax Team."
"Già. Piuttosto, stavo pensando a quel Pokèmon. Com'è possibile che i ricercatori se lo siano lasciato scappare così ingenuamente?"
"Non ne ho idea, ma siamo stati fortunati a saperlo per tempo. Ad ogni modo, di' anche a Mati di preparare tutto quello che le può servire per un viaggio."
"Ma Boss, andare lì ora sarebbe una follia!"
"Audaces fortuna iuvat, non dimenticarlo mai. Ora datti una mossa, Carl. Arrivo."
*click*

Lunaedge quindi prese una terza Pokèball, blu, e la lanciò in aria senza troppa convinzione. Ne uscì un Pelipper, che subito spalancò il becco.
"Tu andrai in pensione, è comodo viaggiare con te, ma ora che ho l'occasione di stare su una simile belva non voglio perderla. È il tuo ultimo viaggio con me."
Detto questo Lunaedge entrò nel becco di Pelipper, posto perfetto per una persona tendenzialmente pigra, partendo subito dopo in volo verso Sud-Ovest, verso Monte Luna.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: SVEN su Maggio 09, 2007, 23:58:51
Nascosto fra gli alberi c’era Sven un allenatore ventenne, timido e riservato che come sempre seguiva il gruppo da lontano.
Molti lo ritenevano un giovane di talento, avendo partecipato a molte competizioni però senza grandi risultati e questo lo portava a pensare di essere un peso se si univa al gruppo.
Con lui c’era il suo Swampert che lo spingeva per raggiungere gli altri ma con scarsi risultati.
Ormai era così vicino che bastava un minimo rumore per essere sentito ed improvvisamente uscì Stracoso, un Metagross di dimensioni notevoli che con un meteorpugno scaraventò il suo allenatore addosso a Poli.
Ormai era sotto l'attenzione di tutti e un misto di timidezza e paura gli fecero uscire una parola simile ad un ciao…

Sven usa U-turn...a chi tocca?


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Fra su Maggio 10, 2007, 01:26:08
Nel frattempo, in una cittadina sorta da poco nei pressi del Monte Argento...
Ore 7.30, Argent Dawn City, casa di Fra.
Una luce fioca iniziò a penetrare dalla serranda, proiettando sul muro delle strane figure lucenti; Fra odiava la luce, e quindi non potè fare a meno di svegliarsi. Era alto sul metro e settanta, capelli neri, occhi castani, dal carattere apparentemente freddo e distaccato.
Con la solita non-voglia di alzarsi, scese dal letto, si infilò le ciabatte, e scese giù in cucina per la colazione.
Fra era un tipo piuttosto distratto per certi versi, a volte non notava proprio il trascorrere del tempo... come quel giorno: era il 2 Luglio, giorno del suo 19esimo compleanno... Niente di strano, daltronde non gli importava molto di quella ricorrenza.
Eppure no, QUELLO sarebbe stato un giorno particolare. Oggi, sarebbe iniziata la sua avventura per catturare i Pokemon più forti del mondo, che gli avrebbero consentito di costruire il team perfetto, da sempre la sua massima aspirazione. La grande vittoria alla lega di Jotho non aveva ancora appagato le sue manie di grandezza.
Notando la data solo per caso, mentre leggeva il giornale, tra un biscotto e l'altro, Fra lasciò di colpo perdere la colazione, si precipitò in camera, si vestì più in fretta che potè con i soliti indumenti dai colori scuri, tenebrosi; stava per precipitarsi all'auto, dove le sue cheerleader lo attendevano impazientemente (ricordava un pò Gary Oak, ndr.), dimenticando però ciò che di più prezioso allora possedesse: il suo fedele Tyranitar.
Nello stesso istante, però...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 10, 2007, 15:55:14
Il gruppo si era ingrandito, ormai, pensò Umbreon, mancavano solo altre due persone per completare il gruppo. Erano diventati numerosi: lui, Mr.Pkmn, SVEN, Poli, Abry, Yuki e Cercatesori. Aveva dato appuntamento a Fra nei pressi di Ebanopoli, e lui, per arrivarci, doveva affrontare l'ultimo tratto della Via Gelata. Nonostante ciò, non arrivò troppo in ritardo, e si giustificò dicendo che l'avevano fermato un paio di avventurieri, mentendo sul fatto che stava per dimenticare Tyranitar. Essendo in una città pienda di Pokémon Drago Umbreon fece rientrare Togetic, che aveva il terrore di questi; ma Bagon incominciò a correreverso la sua grotta di origine, quella dei draghi. Osservò la grande scogliera dove tempo prima lo ebbi catturato, poi guardò me. Lasciò cadere una lacrima dai suoi occhi, poi diede una testata contro una roccia, che si crepò appena. Allo stesso tempo il Pokémon s'illumino, ed Umbreon pensò che era arrivato il momento tanto atteso. Tutti lo guardavano incuriositi, tranne Umbreon, che osservava il suo Pokémon parecchio soddisfatto, egli sapeva cosa sarebbe successo ed in cosa si sarebbe trasformato il suo tanto amato Pokémon a momenti. Pochi istanti dopo, tutti potevano osservare uno Shelgon molto grande guardarsi intorno. La roccia che Bagon non era riuscito a distruggere, ora era appena più grande di una zampa di questo nuovo Pokémon, e fu distrutta semplicemente da una piccola fiammata del Drago.
Improvvisamente, tutti sentirono un gran fracasso proveniente dal cielo ed alzarono lo sguardo.
<<E' un uccello!>>, disse Poli.
<<E' un drago>>, ribattè Fra.
<<E' un Salamence>>, disse Umbreon con gli occhi illuminati.
Una voce roca, proveniente da poco lontano disse: <<Questo non me lo lascio scappare>>.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: T0p0 G1G10 1337 su Maggio 10, 2007, 18:27:19
Un vecchio dalla barba stranamente lunga, in contrasto con il suo aspetto curato ed elegante, ma che conferiva al suo volto un'esperessione di acume e saggezza, si ergeva dinanzi al Salamence, per nulla impaurito dall'imponenza dell'enorme drago, o forse lo era, ma non lo faceva certamente intendere, mentre gruppi di fanciulli erano indecisi se fuggire a gambe levate o rimanare a guardare lo spettacolo. L'indecisione svanì immediatamente, quando le loro madri, urlando li trascinarono in casa.
Il vecchio aprì lievemente la bocca << Drake! >>. Ne uscì un suono giovane che decisamente nessuno si sarebbe aspettato dal vecchio barbuto, che si girò di scatto: non era stato lui a parlare.
A pochi metri di distanza, un giovane vestito in modo sportivo, con guanti blu alle mani ed una tuta con un tocco di eleganza fornito da uno svolazzante mantello, sorrideva guardando l'enorme pokemon, che emise un verso e gli si avvicinò. Il vecchio quindi ridacchio e si rivolse al giovane: <<Ahaha, Bekins! Avrei dovuto immaginarlo!>>


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 10, 2007, 23:20:25
Intanto, a Monte Luna...

"Dannazione...è arrivato?"
"Sta atterrando."
"Non c'è tempo!"
Un frettoloso Carlito Prample s'avviò quindi verso il cratere artificiale di Monte Luna, che si stava richiudendo sopra un Pelipper in atterraggio, mantenendo così segreto il luogo dove l'Hax Team aveva stabilito la propria Base Operativa.
"Capo! Lunaedge!" urlava, sventolando una manciata di fogli bianchi, intestati in alto con tre grosse lettere in rosso, RAH, e fitti di lettere minuscole.
"Va bene l'averti messo fretta, ma così esageri. Che c'è?" rispose Lunaedge letteralmente emergendo dal becco di Pelipper e rimanendo affacciato.
"Ho appena ricevuto un rapporto d'emergenza da Monte Argento, sono in difficoltà e vogliono rinforzi!"
"In difficoltà? Sono in trenta contro un solo Pokèmon e sono in difficoltà?"
"Sapete benissimo quant'è speciale quel Tyranitar, signore..."
"Sì, sì. Cambio di programma, parto con TUTTE le Reclute rimaste qui alla Base. Resterete solo tu, la Mati e Malva, giusto per non lasciare vuota la Base in caso dovessero arrivare quei dannati."
"No, portate anche Mati con Voi, è la mig..."
"NO. Resterà qui con te e Malva, e non voglio sentire ragioni. Dai l'annuncio, io vado avanti. E che mi seguano TUTTE le Reclute e nessun altro."
"Sarà fatto. Buona Fortuna."
"RAH." concluse Lunaedge lanciando la Pokèball gialla e facendo uscire Aerodactyl. In pochi istanti si arrampicò sulla cavità fra il collo e le maestose ali, piegandosi in avanti sul suo cranio. Fu un momento, un battito d'ali ed Aerodactyl schizzò via, sfondando il finto tetto di rocce in un fragoroso boato, via verso Ovest, verso Monte Argento.
Carlito, dopo aver dato l'annuncio alle Reclute attraverso l'Interfono, scosse il capo.
"Ripararlo ci costerà. Parecchio."

To be continued...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 11, 2007, 15:38:41
Erano quasi tutti. Umbreon pensò contento che stava per fare il suo primo viaggio per Kanto, lasciando per qualche mese Johto. Aveva lasciato casa sua solo un'altra volta, per andare a Sinnoh, nel quale viaggio incontrò per la prima volta Mr.Pkmn, e nel quale aveva ottenuto il Togepi da una coppietta molto curiosa che accudiva Pokémon. Scrollò la mente da quei pensieri e liberò Togetic: stavano ripartendo. Durante il viaggio dovettero transitare per qualche oretta nella Via Gelata, e tutti trassero l'occasione per allenarsi un po'. Il Tyranitar di Fra e il Charmender di Yuki erano quelli che più si divertivano a battere Delibird, Glalie, Snover. Umbreon vide nascondersi anche un Weavile con tre piccoli Sneasel, ed un Ursaring, che non pativa il freddo in quelle grotte. Passato quel tempo, poterono vedere la città natia di Fra, che era sovrastata dal enorme Monte Argento, una ventina di chilometri più a nord. Non si inoltrarono, però, in città, e restarono sulla stradina sterrata che portava dall'altra parte di questa.
Arrivato all'altro capo della città, ai piedi del Monte Argento, in una zona abbastanza arida e secca, anche per la stagione estiva, Umbreon fece una piccola osservazione: <<Molto piccola, questa città, non ci saranno più di cinquecento persone, l'abbiamo passata in meno di un'ora>>.
Fra sembrò prenderla come offesa, e dimostrò tutto il suo carattere competitivo: <<Per farti stare zitto l'unica cosa che posso fare è batterti>>.
<<Tu sai ragionare solo lottando?>>
<<Vai, Tyran...>>, il Pokémon uscì dalla sfera, ma Fra fu interrotto da Bekins: <<Cos'è quel polverone?>>
E infatti, vicino all'orizzonte c'era un gran polverone, alzato da decine di persone che marciavano.
<<Non qualcosa di buono>>, disse Umbreon.
<<Guarda.. in alto!>>.
Per la seconda volta a Umbreon brillarono gli occhi. Sapeva cosa fosse quello, e non era un Salamence.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Mr.Pkmn su Maggio 11, 2007, 16:36:17
Si era proprio lui! Aerodactyl! Ad un tratto arrivò Mr.Pkmn che lo ritirò in una Poke Ball.
<< Dove l'hai trovato? >>
<< Ti ricordi quel tizio cappello militare con Raichu? Era Lt.Surge. Beh l'ho battuto con Gardevoir e lui mi diede una Ambra Antica visto che avevo gia la sua medaglia. Ho curato Straraptor e l'ho fatto rivivere al laboratorio dell'Isola Cannella >>
<< Senti, non è che ti va di fare uno scambio? >>
<< Mi servirebbe quel Togetic >>
<< Ok, torniamo al Centro Pokemon! >>
La comitiva raggiunse il Centro Pokemon e, mentre gli altri si facevano una breve sosta, Mr.Pkmn e Umbreon91 andarono nel piano superiore del centro, pronti allo scambio. Dopo aver ottenuto Togetic, Mr.Pkmn tirò fuori una strana pietra luminescente. Si avvicinò a Togetic, e cominciò ad illuminarsi!
<< Che succede? >>
<< Si sta evolvendo >>
Gli altri, attratti dal bagliore, andarono a controllare e con grande stupore videro quel pokemon a loro sconosciuto.
<< Ok aggiunto al Pokedex. Ragazzi, questo è un Togekiss, la forma evoluta di Togetic. >>
<< WOW! Non sapevo che Togetic potesse evolversi! >>
<< Nuove scoperte mi attendono, non sappiamo ancora quanti pokemon esistono in questo mondo, e quante altre regioni ci attendono >>
Ma mentre uscirono dal centro pokemon un inaspettato incontro li attende...

To be continued


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Abry su Maggio 11, 2007, 17:19:44
Ebbene si, alcune reclute dell'Hax Team si ritrovarono in quello stesso centro pokèmon...

[Poco ma buono]


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Fra su Maggio 11, 2007, 19:03:40
Il gruppo si era fermato poco fuori dal centro medico per una pausa: erano ormai le 5 del pomeriggio, e non si erano ancora riposati un attimo... ignari di quello che, di lì a poco, sarebbe successo.
......*puffffff*. Un boato si propagò per la zona circostante... qualcosa era atterrato a qualche centinaio di metri da loro, sul Monte Argento.
Fra scattò in piedi, dicendo:
''Ragazzi, avete sentito?''
"Ci puoi scommettere", rispose Cercatesori.
"Eccome!" replicò Sven.
Gli altri non sembravano molto tranquillizzati dall'evento.
Fra, come al solito, per impulso, disse: "Vado a vedere. Voi restate quì, non sarà niente di pericoloso. E poi... ho i miei Pokèmon con me!"
"Non se ne parla neanche!", dissero in coro Umbreon e Yuki; così, il gruppo si incamminò verso il luogo dell'impatto.
Con loro grande sorpresa, esso corrispondeva all'ingresso di una montagna formatasi da poco, e che non aveva ancora un nome preciso... Si narrava che quel rilievo custodisse al suo interno dei grandi segreti, o... dei grandi Pokèmon. Nessuno, però, osava intrufolarvisi dentro, perchè chiunque avesse tentato l'esplorazione non tornò mai più indietro.
Tutti erano più o meno disorientati, finchè Abry non notò lì vicino una grossa navicella, apparentemente aliena, targata sul fronte con tre grossi caratteri cubitali, in rosso. R A H, diceva la scritta. Evidentemente, però, chiunque vi si trovasse dentro pochi istanti prima doveva già trovarsi dentro la caverna. Poli si fece ad un tratto molto serio: qualcosa lo turbava... e sembrava essere proprio la scritta RAH: da come la guardava, sembrava avesse, per lui, qualcosa di familiare.
Nessuno ebbe il coraggio di chiederne il perchè, mentre l'atmosfera si era fatta agghiacciante.
*To be continued*



Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 11, 2007, 19:39:38
[Comunicazione di servizio: qui si sta facedo troppo casino con la storia. Passino le navicelle (avevo truppe di fanteria e tii che venivano con gli ufo, ok), ma cerchiamo di essere, cazzo, coerenti con chi ha scrtto prima. Grazie.]


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Troll face su Maggio 11, 2007, 20:30:31
"DANNAZIONE!"
"Che sta succedendo?"
Mati e Malva si voltarono preoccupati verso Carl, che stava guardando di lontano con un binocolo.
"Non è possibile! Stanno arrivando due reclute del Cheap Team! Devono aver saputo della partenza, quei vermi."
"Porco mondo. E ora che si fa?"
"Non abbiamo scelta. Dobbiamo resistere il più possibile, sperando che il capo torni per tempo. Forza! Mati, serve il tuo Forretress e... Malva, in che forma è Skarmory?"
"Abbastanza buone."
"Forza. Sono ancora abbastanza lontani. Dobbiamo tappezzare il terreno di punte, per rallentarli il più possibile. ORA! E Tu, Seadra, con quanto fiato hai nei polmoni, vai col tuo Muro di Fumo. ADESSO!"
Da un lancio incerto uscì il cavalluccio marino. Guardò gli altri due, che risposero con un cenno d'intesa. E partirono."
"Carl, prendi il tuo binocolo. Dobbiamo tenerli d'occhio."
"Bene. Vediamo dove son... Porca miseria, un Raikou e un Suicune."
"Si avvicinano velocemente?"
"Non tantissimo. Non capisco perché."
"Fa' controllare."
Malva prese il binocolo, e guardò. Di colpo sentì una goccia di sudore scendergli da dietro la schiena.
"Calmamente. Calmamente. CALMAMENTE, DANNAZIONE."
“Miseria. Siamo nei guai. Non possiamo far molto, ora. Anche se... Sì, proviamoci. Hariyama, serve il tuo aiuto. Prepariamoci a riceverli, una volta vicini creerai un Turbine insieme a Skarmory. Speriamo che ciò possa servire. Ora non ci resta che aspettarli. In nomine Selenis, hax.”
“HAX!”
Seadra e Forretress tornarono nelle loro Pokéball, mentre Skarmory e Hariyama si posizionarono. I minuti passarono lenti, i tre aspettarono il nemico con i nervi tesi.

“Ci siamo, eccoli. Pronti, al mio segnale.”
“Cucù! Guardate chi viene a farvi visita. Dateci il benvenuto!”
Le due reclute avanzavano con un sorriso beffardo.
“Con tutta l'energia che avete in corpo! ORA!”
Ciò che successe negli attimi seguenti non fu chiaro a nessuno. Si udirono imprecazioni e guaiti da una parte, grida d'incitamento dall'altra. Ma finito l'attacco, i due cani erano ancora lì.
“Maledizione! Non funziona! Sono ancora troppo deboli.”
Un ghigno si dipinse sui volti dei nemici.
“Grazie, con 'sto caldo una sventolatina era quello che ci serviva. Mwahahahahah!”
I tre si guardarono, chiedendosi cosa avrebbero dovuto fare. Ma in quel momento la terza Pokéball appesa alla cintura di Carlito si mosse, e ne uscì un Electrode.”
“Ma è l'Electrode che hai catturato ieri!” Esclamò Mati.
“Già. Che intenzioni avrà?”
Electrode si mise a salterellare tra le due belve, che lo guardavano. Si mise poi a far linguacce e a ridere di loro. La loro ira esplose.
“Li sta provocando! Ora attaccheranno.”
“Quindi?”
“Di certo non useranno più Calmamente” Disse Malva.
“E' vero. Ci serve quindi un modo per assorbire i loro attacchi. Ma come?”
“Ho un'idea! Forretress, Electrode! Schermo-luce!”
“Geniale!”
I due costruirono una barriera che bloccò gli attacchi Idropompa e Tuono, puntualmente lanciati dai due leggendari. Ma non sembrava destinata a durare. Lo sforzo era visibile sui volti dei due.
Ma ad un tratto, si guardarono, come se avessero ricevuto un'illuminazione. Uno sguardo d'intesa, un respiro profondo. Si avvicinarono, avanzarono quanto poterono.
“NO! Ho capito che volete fare. FERMI!”
Mati si lanciò su Forretress per fermarlo, ma pareva troppo tardi. Avevano già deciso.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 11, 2007, 21:09:37
"Eccolo. Più maestoso di quanto m'aspettassi." commentò Lunaedge una volta all'interno della caverna, riparandosi come meglio poteva dalla Tempesta di Sabbia scatenata dal Tyranitar che aveva di fronte.
"Muoviamoci, più restiamo qui più sarà difficile. Aerodactyl, è tutto tuo!" aggiunse poco dopo verso l'enorme Pokèmon che aveva di fianco. Nonostante non soffrisse la Tempesta le dimensioni ridotte della Caverna lo resero un facile bersaglio per un attacco Frana ben centrato di Tyranitar, che lo lasciò in terra.
"Portatelo a curare sull'AeRAHonave. Me la vedo io qui." comandò al gruppo di Reclute che l'avevano seguito all'interno. I cinque uomini non se lo fecero ripetere due volte, raccogliendo la sfera lanciatagli dal loro superiore e scappando con ben poca dignità.

"MiLoSeViC, è tuo." disse quindi in seguito al veder scalpitare, quasi ballasse, lo strano Tyranitar, lanciando svogliatamente in aria la Pokèball. La belva di Roccia rispose con un fragoroso boato, e la Tempesta aumentò d'intensità. Il boato del Pokèmon lasciò cadere altre rocce sul biscione, ma poco prima che impattassero sulla sua pelle, sotto comando dell'allenatore, scatenò un'Idropompa che, grazie alla pressione, lo spinse indietro, facendogli evitare il colpo. L'Acqua si mescolò alla sabbia in una miscela di fango che s'abbattè sul Tyranitar.
"RAH, gran bella schivata, e colpo ancor migliore, MiLoSeViC!" esultò Lunaedge nel vedere andare a segno l'attacco. Lanciò quindi una Pokèball sull'esausto Tyranitar, una ball Viola stavolta. Aspettò che la sfera si fermasse, quindi la raccolse e cominciò a correre verso l'uscita.
"Rest Ball, l'invenzione più sottovalutata del mondo!"

- - -

Le Reclute intanto raggiunsero l'uscita, notando un folto gruppo esaminare l'AeRAHonave. Un cenno d'intesa, quindi Ralph vi salì, posizionando sulla macchina per il trattamento delel ferite la Ball del Capo. Gli altri intanto, lanciarono leproprie Pokèball, tirando fuori quattro Clefable apparentemente identici.
"Ehi voi, andatevene finchè siete in tempo."
"Siamo lo Squadrone Metronomo, non potete nulla contro di noi!"
"Avete commesso un grosso errore a vederci, oggi."
"Ora ne pagherete le conseguenze!"

To Be Continued... (metterei TBC, ma sembrerebbe troppo The Burning Crusade :°D)


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Fra su Maggio 11, 2007, 22:10:52
Fra capì che era l'ora, finalmente, di dimostrare il proprio valore, nè tantomeno gli altri volevano sfigurare di fronte a quel ridicolo squadrone di Clefable.
''Tyranitar, mostragli quello che sai fare!'', e l'ormai classico bagliore argenteo della Pokè Ball di Fra proiettò sul campo di battaglia il maestoso Pokèmon roccia, che emise un boato tremendo.
Era piuttosto imponente, nonostante i Tyranitar fossero una delle specie più eccellenti in quanto a stazza, la sua armatura rocciosa dava un'impressione di assoluta compattezza,  le sue pupille sembravano non esistere, ed aveva un'aria tremendamente sicura di se: i pet tendono sempre ad assomigliare al padrone. Insomma, il suo aspetto non prometteva niente di pacifico e / o amichevole.
''Ragazzi, voi occupatevi di quelli che scappano e cercate di scoprire chi sono e cosa vogliono. Io terrò a bada questi ridicoli tizi. Andate, ADESSO''. Il gruppo eseguì la direttiva, e mentre correvano per raggiungere quei loschi figuri, ognuno di loro chiamava a se uno dei propri fidi Pokèmon.
Umbra       : "Umbreon! Ho bisogno di te!"
Yuki          :"Espeon, a me!"
Poli           :"Politoed! Vai!"
Abry         : ''Dodrio! Sorpassiamoli tutti!"
Mr.Pkmn    : "Togebombardiere, a te!"
Cercatesori: "Kazam, ubriachiamoli con psicoraggio!"
Sven        : "Forza Aggron, andiamo!"
Bekins      :  "Dai Jolteon!"
Nel frattempo, Fra si ritrovò a combattere 4 Clefable, avendo a disposizione solo due Pokèmon, ma il suo spirito competitivo, ancora una volta, gli suggerì che batterli usando solo Tyranitar lo avrebbe fatto più figo. "Bene, useranno sicuramente il metronomo, ne sono certo... Daltronde il nome che hanno, come squadra (Squadrone metronomo per l'appunto), non può essere casuale, specie su delle inutili fate come queste. Wildfire (così si chiamava il Tyranitar di Fra), apriamo le danze con una Dragodanza!"
Si scatenò una terribile tempesta di sabbia che avvolse interamente il campo di battaglia, creando giganteschi tornado sabbiosi e mitigando tremendamente l'habitat che la montagna senza nome offriva, con grande orrore delle cheerleader del trainer di Argent Dawn. Durante il cataclisma, Tyranitar sembrava fare come una danza tribale, aumentando a dismisura la sua potenza.
"Clefable, non state a guardare! Mostriamo la potenza di R A H a questo marmocchio!"
"Centripugno!"
"Meteorpugno!"
"Metronomo!"
"Lucelunare!"
Lo scontro si faceva interessante... la tempesta, oltre a far danni ai pokèmon non roccia, metallo o terra, era anche un'ottima arma difensiva, in quanto aumentava sensibilmente l'elusione del dragon dancer.
Ma passiamo al resto del gruppo.
Abbiamo lasciato i nostri eroi mentre inseguivano i furfanti del team hax. Una volta tornati al punto dell'impatto, ovvero dove si trovava l'aeRAHonave, si trovavano decine e decine di reclute, pronte ad impostare il viaggio di ritorno: dopotutto, il loro capo aveva portato a termine la missione, con ottimi risultati. ''Fermi!", disse in coro il gruppo, "Non andrete molto lontano!"
..."Questo lo dite voi, illusi."
"Combattiamo allora! Disse Umbreon, "Non ho alcuna intenzione di lasciarvi andare senza prima scoprire chi voi siate e cose vogliate!"
"Marmocchio, non montarti la testa. Dovrai ancora bere numerosi biberon di latte prima di poter competere con me".
..."Non ne sarei così sicuro", si intromise Cercatesori. "Kazam, Psico Onda!"
Delle straordinarie onde distorsero le immagini circostanti, o meglio, questo era l'effetto provocato alla vista. Alcune piccole parti delle sofisticate apparecchiature vicino l'aeRAHnave andarono in frantumi, i grunt barcollarono, ma l'attacco non sembrò comunque sortire grandi effetti.
..."Mocciosi, mi avete già scocciato. Se non erro, siete in 8. Decidiamo il tutto in 4 battaglie contemporanee, 2 contro 2."
"...Non vedo l'ora." Poli fece scattare una mano alla cintura, così come Yuki e Cercatesori.
Grunt: "Arcanine! Crawdaunt! Mightyena! Scyther! Steelix! Dosaidon! Dankaruso!...Dragonite!"
L'esercito dei terribili Pokèmon del team Rah fece all'improvviso la sua comparsa.
"Ragazzi, muoviamoci, anche se la vedo dura non possiamoci permettere di lasciarli andare così", ansimò Bekins, tra il preoccupato ed il terrorizzato.
"Forza Umbreon! Salamence! Espeon! Dodrio! Politoed! Aggron! Togekiss! Kazam!"
Passarono pochi secondi, da lì all'infuriare della battaglia.
Abry e Mr.Pkmn, Umbreon e Yuki, Bekins e Sven, Cercatesori e Poli, combattevano tutti a coppie, ognuna contro una coppia di grunt.
"Salamence, fanne fuori qualcuno!", ordinò Bekins, "Dragartigli!", ma il Dragonite avversario non esitò a contrastare il potente attacco con un'identico, potentissimo Dragartigli, mentre ognuno tentava di attaccare come meglio poteva. La partita si preannunciava interessante.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Abry su Maggio 11, 2007, 22:36:49
La battaglia tra Mr.Pkmn e Abry contro i Grunt del team R A H imperversava furiosamente. In aggiunta a tutti i problemi derivati dal combattere con Dodrio e Togekiss contro Arcanine e Schyter, i due non si conoscevano affatto, se non le generalità. Invece i Grunt parevano una sola persona, niubba ma una sola. Esordirono con un potente attacco Terremoto, che fece più danni agli allenatori che ai Pokèmon, che poi risultarono naturalmente immuni... Il Dodrio di Abry fece salto altissimo, era stato allenato duramente a questo scopo, per fare prima possibile a superare le vallate, diventò così lucente che Abry pensò ad una evoluzione... chiese a Mr.Pkmn che sicuramente aveva più esperienza in fatto di novità, ma la risposta fu negativa. Il panico, Abry non sapeva ciò che Dodrio stava facendo... Mr.Pkmn intanto fece compiere al suo Togekiss un attacco ignoto, con il nome di Air Slash che colpì duramente Schyter. Schyter si vendicò immediatamente, all'improvviso un soffio di vento con lamine argentate colpì il Dodrio, che piano piano stava riscendendo; "Non sembra aver accusato molto il colpo" disse Abry. Aveva parlato. Una fiammata poderosa investì lo struzzo saltante, una puzza di bruciato si levò in aria... ma Dodrio sembrava ancora "illuminato", finì la sua corsa colpendo violentamente Schyter, che questa volta, divenne esausto. Abry ancora non si spiegava come mai Dodrio lo avesse sempre accompagnato dove voleva, ma non lo aveva per niente ascoltato durante la battaglia. Mr.Pkmn scosse il suo animo con un "Perchè usi Aero Attacco? E' inutile perdere un turno!" Abry rimase immobile. Le sue conoscenze non erano sufficienti per affrontare il combattimento. "E' inutile perdere turni utili per colpire! Calcola che il nostro attacco è stato molto ridotto dalla prepotenza di Arcanine!" disse ancora Mr.Pkmn.
Mr.Pkmn prese allora le redini della battaglia e...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Mr.Pkmn su Maggio 11, 2007, 23:01:59
...ordinò un attacco per cui aveva fatto evolvere Togetic in Togekiss: Nasty Plot! Togekiss cominciò a pensare con un'aria malvagia, e poi Mr.Pkmn gli chiese di usare di nuovo Air Slash, che ebbe un effetto molto più devastante del precedente! Arcanine era KO! Ma la battaglia non era finita! Ci sono gli altri membri del team R A H da battere...

To Be Continued


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 12, 2007, 00:31:11
Umbreon ed Espeon stavano avendo la peggio, Crawdaunt e Mightyena non davano opportunità ai due Eon di attaccare efficacemente. Così, mentre Espeon caricava il suo secondo Calmamente, Umbra fece rientrare Umbreon e mandò in campo il suo nuovo Aerodactyl, che gli lanciò uno sguardo d'intesa.
<<Vai, Sdoppiatore!>>
Non avendo nemmeno risentito dell'itimidazione di Mightyena, Aerodactyl colpì duro Crawdaunt, che cadde a terra esausto. Allo stesso tempo Espeon aveva lanciato una potente Introforza che stava riscuotendo il suo successo in campo. Il secondo avversariò non andò KO, Espeon subì uno Sgranocchio, che lasciò piccole ferite sanguinanti su una zampa.
<<Maledizione, era un così bell'Espeon, vendicati con Attacco Rapido>>, disse Yuki.
Espeon parve non sentire il dolore e attaccò il nemico, che non resistette.
Ad una decina di metri, Bekins e Poli lottavano spalla a spalla, e stavano avendo la meglio sugli avversari. Il Dragonite che aveva dato qualche cruccio a Salamence era già esausto. In campo restava solamente l'agitatissimo Rhyperior, che ben presto fu "calmato" da un Terremoto di Aggron.
Il gruppo di amici con i propri Pokémon si stava avvicinando a Umbreon e Aerodactyl, che restava un paio di metri più avanti, osservando Lunaedge (che era sovraggiunto sul posto, credendo di trovare le proprie reclute festeggianti). Questo ricambiava lo sguardo, e il suo Aerodactyl lo stesso, un po' frastornato dall'attacco Frana ricevuto poco prima.
Contemporaneamente, i due <<Aerodactyl, FRANA!>>.
Due spari.
Una recluta aveva una pistola in mano.
Umbreon cadde in ginocchio, piangendo.
Il suo Aerodactyl era stato colpito.
L'Aerodactyl di Lunaedge prese in voto la recluta e la scaraventò lontano, sotto l'ordine.
Lunaedge e le reclute che scappano, il capo di questi arrabbiato come non mai per il gesto della sua recluta.
Corsa al Centro Pokémon.
Vana.
Una sola parola nella mente di Umbreon: Vendetta.

To be continued.

~~~~~~~~~~~

Eh, no, era necessario, un obiettivo non si può raggiungere così in fretta, soprattutto quello di un protagonista, ora però è cambiato: deve finire di esistere il team HAX.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Troll face su Maggio 12, 2007, 13:56:04
"Che... Che succede?"
Carl fu svegliato da un getto d'acqua. Aprì gli occhi. Era sdraiato per terra, i suoi occhi gli mostrarono un'appannata immagine di Seadra che lo guardava quasi aspettando un ordine.
Carl si rialzò e si guardò intorno. Malva era steso per terra com'era stato lui un attimo fa. Anche Skarmory e Hariyama giacevano privi di sensi. Raikou e Suicune stavano barcollando, ma Suicune sembrava riprendersi poco a poco. Electrode e Forretress erano nello stesso punto di prima. Nemmeno loro erano vigili.
"Ma certo, Esplosione! Non c'è un momento da perdere. Seadra, un potente e preciso Tornado, ora!"
Si scatenò un vortice, Raikou non ebbe la forza di schivarlo, fu investito, cadde al suolo, sfinito. Suicune accennò a reagire, e preparò un Calmamente, per attaccare passato il Tornado. Ma il colpo subito lo terrorizzò. Scappò abbaiando di paura dalla direzione in cui era arrivato con i padroni, ma questa volta da solo, senza una meta.
"F...Flinch. Sei grande, Seadra, RAH! Incredibile, ce l'abbiamo fatta! Su, Malva, alzati!"
Seadra spruzzò dell'acqua anche su di lui. Si svegliò, anche lui leggermente stordito.
"Malva, ce l'abbiamo fatta! Electrode e Forretress sono esplosi. Seadra è uscito dalla sfera e li ha chiusi con un Tornado."
"Incredibile. Abbiamo vinto! RAH!"
"Ok, mettiamo a riposo Electrode, Forretress, Hariyama e Skarmory. Se lo meritano."
"Bene. Senti... Che fine ha fatto Mati?"
"Non saprei. Non l'ho vista neppure io. Dopo andremo a cercarla."
Un enorme tonfo fece vibrare il terreno. E un altro. E un altro. I due si guardarono intorno, spaventatissimi. Finché videro un enorme Snorlax avanzare. Lentissimo. Con il padrone seduto sopra di lui.
"Non è ancora finita! Maledizione!"
"Già. Dalla sua lentezza deve aver usato qualche Maledizione. Siamo nei guai. Abbiamo solo Seadra, che di certo non può far molto."
"Potremmo scappare, non ci raggiungerebbe."
"Già, ma la base? Non la possiamo abbandonare. Distruggerebbe tutto."
Ma qualcosa di confuso si stava avvicinando velocemente dall'orizzonte. Proprio da dietro Snorlax. Un rumore sempre crescente, e una tempesta.

To be continued.

~~~~~~~~~~~

Cazzo, non siamo noi i cattivi. Sono quelli del Cheap Team. Siamo una sorta di team Magma in Ruby, e Team Aqua in Sapphire.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Az su Maggio 12, 2007, 14:23:22
"Idiota. Che imbecille, spero che lo mangino vivo quei tizi." disse Lunaedge imprecando. "Da dove l'avrà presa quella pistola poi, e come avrà fatto ad accoppare quell'Aerodactyl, neanche un Critico sarebbe bastato."
Il vento gli trafiggeva il viso, freddo, pungente, infinite lame di ghiaccio che impattavano sul volto. Poi, in lontananza, eccolo, Monte Luna.
"FUMO?!"
Fece abbassare Aerodactyl al di sotto delle nubi basse ed inforcò il binocolo. Fumo, un Raikou a terra insieme ad Electrode e Forretress, un Seadra impaurito, due dei tre Esecutivi del Team Hax contro il muro, e lì, in un angolo, Mati.
"...dannati...TRENITAR!" urlò, lanciando la Rest Ball in aria e lasciando uscire il Tyranitar che già cominciava la sua strana danza, correndo. Vi saltò in groppa, lasciando che Aerodactyl riprendesse quota.
"NESSUNA PIETA' PER I VIGLIACCHI, IN NOMINE SELENIS!". E le sue parole divennero un tutt'uno con un boato furioso di Tyranitar. La Tempesta aumentava d'intensità intorno a loro, così come la velocità di avanzata della Bestia di Roccia. Un proiettile, inesorabile, carico di furia. La Furia di Selene. Poi un salto.
"FOCUS PUNCH, RAH!". Lo Snorlax fece per voltarsi, ma non ne ebbe il tempo. Il Tyranitar lo colpì di spalle, veoce e potente, sfondando le difese montate sù dalla Panza Semovente. L'allenatore su di esso venne letteralmente sparato via, mentre Snorlax rotolò per qualche metro, sfinendo in terra esanime.
Poi il silenzio, interrotto solo dalla Tempesta.

"MATI!"


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Seymour su Maggio 12, 2007, 15:00:05
Umbreon, mentre piangeva in un misto di tristezza e rabbia, senti un rumore forte avvicinarsi al Centro Pokémon, come un vento gelido.
Uscirono tutti fuori, e arrivò davanti a loro un ragazzo dall' aria trasandata e malaticcia, avvolto in un mantello nero, a cavallo di un Suicune. Non sembrava il maestoso Pokémon della leggenda, anzi sembrava un mostriciattolo tascabile come tanti altri. "No... Non ci credo.. Sei proprio tu?...", disse Umbreon. "...Seymour?!" "Sì.", rispose il ragazzo.
"E... Sei a cavallo di un Suicune!". Tutti sembravano stupiti.
"Esatto. Devo avvisarvi. E' successo qualcosa di orribile. Sono stato via tutto questo tempo, perchè mi ero alleato con le persone sbagliate...". "Cosa intendi dire...?", domandarono tutti in coro a Seymour. "Ho tradito la malvagia organizzazione degli Unborn. Sono persone terribili. Hanno catturato ogni singolo Pokémon leggendario esistente, e li hanno clonati in serie. Dal primo all' ultimo. Gli hanno oscurato il cuore, facendoli diventare macchine da guerra. Questo processo è stato effettuato però soltanto con i veri Pokémon leggendari, la cui forza è ormai nelle loro mani. I cloni sono stati sparsi barbariamente per tutto il continente. Hanno la forza di un Pokémon qualsiasi. Un Tyranitar, un Dragonite... Arctica è uno di questi. L' ho aiutato a riprendere le forze, gli ho curato le ferite, e siamo diventati grandi amici."
"Quindi in giro ci sono Pokémon leggendari dalla potenza limitata...", rispose Bekins riflettendo.
"Esatto. Ce ne sono abbastanza per superare il numero di Rattata esistenti. Il 70% di questi, però, vengono tenuti al chiuso, nel laboratorio degli Unborn, in un disperato e inutile tentativo di dar loro maggiore potenza.". Tutti rimasero a bocca aperta.
"Perchè sei venuto a dirlo a noi, Seymour?"
"Semplice. Dovete aiutarmi a distruggere quell' organizzazione prima che distruggono me. Abbiamo tempo, vi seguirò nel vostro viaggio.
"Ok. Grazie delle informazioni.", disse Umbreon.
"Bene. Al lavoro."


To Be Continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 12, 2007, 16:00:43
Aveva due costole rotte, il naso gli sanguinava e non mangiava da due giorni. Correva, per cercare qualcosa di familiare, non sapendo che si stava inostrando nel canyon più grande di Kanto, all'estremo occidente. Sentì un rumore dietro di sé, si girò per osservare cosa avesse provocato il rumore. Cadde per il canyon per circa cinquanta metri, qualcosa aveva attutito la sua caduta. La pistola che aveva si era ormai raffreddata, ma aveva ancora 7 colpi.


Era accecato dalla rabbia. Ottenuto il sogno della sua vita vedeva strapparselo via in poche ore. Pensò che tutto sarebbe finito a giorni, e si calmò un po', senza dimenticare che doveva vendicarsi di quelli del Team Hax e di quelli che li avevano spinti ad agire in quel modo. Con l'arrivo di Seymour, gli venne anche la preoccupazione di distruggere quegli Unborn, che parevano ancora più cattivi.
<<Starà a posto tra qualche giorno>>, disse l'infermiera Joy.
Yuki era col morale a terra, la sua Efi, nata lo stesso giorno di Eevee (che poi diventò Umbreon) ed evolutasi il giorno dopo questo, aveva riscontrato piccole ferite, ma profonde, sulla zampa anteriore destra. Anche il Salamence aveva riportato piccole ferite, prontamente guarite da un paio di Chansey.
Umbreon sfruttò il fatto che dovessero stare nei pressi del Monte Argento per catturare nuovi Pokémon. Anche Poli e Abry catturarono un Pokémon ciascuno: rispettivamente, un Drapion e un Sudowoodo. Invece, Umbreon catturò ben due Pokémon, un Hippowdon ed un Flaaffy. Con un chiodo fisso nella mente, impose un regime di allenamento durissimo ai suoi Pokémon, e per una notte non tornò a dormire al centro Pokémon.
Il giorno dopo sarebbero partiti per continuare il proprio viaggio.
Umbreon curò i propri Pokémon, si allontanò di qualche centinaio di metri e li liberò. Vide un Avventuriero avvicinarsi, questo voleva chiedergli l'ora. Molto aggressivo, Umbreon gli chiese una sfida e quello accettò.
<<Sono le 6, vai Shelgon!>>, lo Shelgon, in questo periodo di allenamento era l'unico che non era mai stato messo al tappeto. La sua stazza, cresciuta ulteriormente, lo aiutò molto in varie situazione, e parve essergli utile anche lì, contro quel minuscolo Shieldon.
<<Vai, attacco Dragartigli!>>
<<Shieldon, attacca con un terremoto!>>
Ma l'attacco di Shelgon fu più durò di quello del piccolo dinosauro, che presto cadde a terra.
<<Vai, Golem!>>
Anche questo fu presto messo ko da un paio di attacchi.
Shelgon incominciò ad illuminarsi, per la seconda volta in due settimane.
<<Finalmente posso raggiungerli>>. Il Salamence era molto più grande di quello di Bekins.

Il giorno dopo partirono, la loro prima tappa a Kanto fu Plumbeopoli.

~~~~~~~~~~~

Continuate la storia a questa condizione: la recluta non muore fino alla fine della fic.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Fra su Maggio 12, 2007, 16:39:38
(non voglio essere egocentrico, ma avete lasciato il mio pg ancora lì a combattere ._. quindi son costretto a continuarlo io.)
Fra era ancora impegnato con quei ridicoli, seppur powahful, Clefable.
''Meteorpugno! Canto!...Iper Raggio!".
"Che niubbazzi." pensò Fra tra se e se. Tyranitar, per un attimo, parve fermarsi, la tempesta cessò, vigeva un silenzio paranormale.
...E' IL MOMENTO WILDFIRE! STOOOOOONE EDGE!!!111"
Tyranitar uscì all'improvviso dal suo stato di trance, si scatenò una tempesta di sabbia ancora più potente della precedente, e con una carica micidiale mise K.O. 3 dei 4 Clefable.
... Il quarto, dei Clefable, nel frattempo, aveva caricato un potente centripugno, che mancò Tyranitar, e colpì in pieno Fra, che volò per qualche metro all'indietro.
La sua cintura si sganciò, tre Pokè Ball nuove di zecca volarono per aria... una di esse, fu colpita da un meteorpugno di uno dei Clefable del team Rah, che, dopo essere andato K.O. tirava pugni all'impazzata per la rabbia. Il caso volle che, una di queste Pokè Ball, essendo scaraventata una trentina di metri più in fondo, colpì un Pokèmon che stava passando di lì a velocità supersonica.
Destra. Sinistra. Destra. Sinistra. La Pokè Ball continuava ad agitarsi. Fermo.
Ma la battaglia continuava ad infuriare, Tyranitar era ormai stufo di quelle nullità: La sua coda sembrò emettere una strana luce: *RUGGITO SPAVENTOSO* Le reclute ed i loro Clefable furono spazzati via da una portentosa codacciaio. Fra era ancora un pò stordito... si rialzò, e notò di aver perso alcune delle sue Pokè Ball vuote. Trovò le tre Pokè Ball, e notò che una era più pesante del solito. ''Pokè Ball, vai!''.
Ne fuoriuscì un maestoso Suicune. Shiny.
Fra rimase sbalordito... cosa era successo? Come aveva fatto a catturarlo?
Per una volta la fortuna era stata dalla sua, il potentissimo (ex) Calmcune del team Cheap, scappando dalle esplosioni varie dei Pokè del team RAH, era passato proprio da lì. Suicune sarebbe stato un'ottimo elemento per il team perfetto che Fra sognava di costruire. "Un eroe come me deve sempre sapere quando è ora di tirar fuori le pokè ball'', pensò. Soddisfatto di sè, accarezzò il suo nuovo Suicune, e vi montò sopra. ''Da oggi, ti chiamerai Icecrown", disse l'allenatore rivolgendosi al neo catturato.
"Wildfire, rientra.", e così Fra si avviò verso l'attuale locazione del gruppo, in groppa al maestoso pokèmon acqua.

P.S: Seymour, se tu vuoi i pokèmon nerfati ok, ma il mio, di Suicune, è originale, ed è pure cheap, con calm mind. >:°)


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Seymour su Maggio 12, 2007, 17:10:29
Tutti si girarono verso Fra. "Che figata, un Suicune Shiny! Mica è..."
"No, purtroppo. Vi ho già detto che gli originali sono ormai ridotti a Pokémon Ombra, rinchiusi nel laboratorio degli Unborn, nascosto negli oceani e a prova di esplosione atomica."
"Uhm... Quindi dovremmo andare nell' oceano, eh?", disse Bekins.
"Già. A 666 metri sotto il livelo del mare, circa.". Seymour demoralizzò il gruppo. Fra, invece, era pimpante: Aveva preso un Suicune Shiny, con una possibilità su 8192 di trovarlo, sebbene il grande numero di specie che corrono sul continente. E credeva che con Icecrown sarebbe potuto arrivare al fondo dell' oceano. Provo in un laghetto... Ma con scarsi risultati.
"Fatto un bel bagno, eh?" disse Umbreon ridacchiando.
"Bagno? BAGNO!" Yuki, esultando, si tuffò direttamente nel lago senza pensare ad altro.
"Ehm... Dobbiamo partire, ragazzi." dissero gli altri in coro.
"Partire? E io cosa sto facendo, secondo te?" sbraitò Fra, mentre Icecrown scuoteva la bagnata chioma.
*Shuooosh*
Bekins aveva liberato Salamence, e ci era salito in groppa.
"Ok, Salamence. Perlustriamo il territorio. Sento che il Cheap Team è in agguato."
"Bene. Fra, dividiamoci e perlustriamo il territorio circostante."
*Shuooosh*
"Vieni, Arctica."
"Andiamo, Salamence!" gridò Umbreon al dragone che si librava in cielo, entusiasta della recente acquisizione delle ali.
Dopo poco...
"Ragazzi, aiuto!". Era una voce femminile.
Tutti corsero al lago. C'era Yuki, attaccata da una recluta del Cheap Team. Sembrava una ragazza molto snob, con i capelli viola lunghissimi.
"Ok, non facciamocela sfuggire!", gridò Bekins dall' alto.
I due Suicune, come coordinati, eseguirono una manovra a tenaglia sulla recluta.
"Arctica, Raggiaurora." "Icecrown, Mulinello."
La ragazza si vide intrappolata in una prigione di acqua congelata.
Bekins e Umbreon, intanto, sparavano Dragospiri dall' alto, paralizzando la vittima.
Dopo la schiacciante riuscita del piano, la recluta fu presa e legata.
"Avanti, dicci dov'è il tuo covo!" le disse Seymour in modo aggressivo.
"Tu... Tu, sporco traditore dei miei superiori!"
"Zitta, Jessie. So che il vostro covo non è più dove dovrebbe essere, so che l' Hax Team sta tentando invano di trovare il vostro capo..."
"No, maledizione! Vai, Arbok!". Nono stante le corde, Jessie riuscì a lanciare una Poké Ball.
*Shuooosh*
"Vai, mordi quel traditore!"
"Arctica, Reflect.". Una barriera lucente copri il felino acquatico e il suo padrone, facendo sbattere il serpente gigante.
"Swampert, Earthquake!"
Un terremoto si estese per una piccola area, facendo volare tutto il gruppo, e lasciando Arbok tramortito.
"Oh, ehm... Scusate, che sbadato!" disse Sven correndo verso il gruppo. "Rieccovi, finalmente."
"Oh, no, la recluta è scappata!" avvisò Mr. Pkmn uscendo da un ristorante con un panino morso per metà in mano.
"Ecco dov'eri finito... Raggiungiamo la recluta, ragazzi!" Incitò Fra.
E due scie bianche e due dragoni iniziarono ad avanzare rapidamente, ancora una volta.


To Be Continued.



~~~~~~~~~~~

[Fra, innanzitutto ho organizzato questa storia per dare la possibilità a tutti di avere i leggendari. E il tuo Suicune non è l' originale, mi dispiace. Prova a leggere il post di prima.
Citazione
Gli hanno oscurato il cuore, facendoli diventare macchine da guerra. Questo processo è stato effettuato però soltanto con i veri Pokémon leggendari, la cui forza è ormai nelle loro mani.

E' stato approvato anche da Umbreon, mette tutti allo stesso livello, evita i conflitti, aggiunge dei cattivi fighissimi alla storia. E credo che vada bene, sinceramente.]


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Aquila 1 su Maggio 12, 2007, 17:25:38
Dopo essersi opportunamente riposato e dopo aver mangiato, il gruppo uscì un momento dalla città ad allenarsi per non perdere il ritmo.
Umbreon, che per seguire il suo pesante addestramento stava cercando i luoghi più impraticabili, era ormai salito su una montagna da cui si poteva scorgere tutto il paesaggio per almeno due o tre miglia.
Stava per sganciare dalla scomoda cintura le pokéball, quando un ombra si stagliò nel cielo e un immisurabile polverone la seguiva, quasi a mo’ di servo, ma Umbreon capì subito che non era così:
miriadi di raggi dall’apparenza molto freddi si stagliavano continuamente in aria fino a coprire il Sole, e uno di quelli andò a colpire quella che poteva sembrare un’ala della figura, che barcollò per qualche secondo e poi cadde a  pochi metri da Umbreon, il quale non ci mise molto a riconoscere la, fino ad allora, misteriosa figura:
un flygon, di piccola statura, abbastanza magro e agile, in groppa, un ragazzo, non più di dodic’anni, impressionabilmente somigliante al pokémon, capelli biondi.
Ad un tratto si alzò, con aria preoccupata e impaurita in un misto di timore e rabbia ed iniziò ad urlare, evidentemente dolorante, con varie ferite, aggrappandosi alla maglia di Umbreon:
???:“SCAPPATE! AVVISA I TUOI AMICI, AVVISA TUTTI! STANNO ARRIVANDO!”
Umbra:"Cosa? Chi sei? Chi arriva?"
???:"Sono Aquila 1,MA PRESTO! GLI UNBORN, SONO QUI A SONO CENTINAIA, A MIGLIAIA, PRESTOOooo…!"
                                                                    [TO BE CONTINUED]


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: SVEN su Maggio 12, 2007, 18:52:45
“Cooosa? Scappare? Allora non conosci Umbreon!” Disse Sven.
Sven si era allontanato dal gruppo per allenarsi da solo, ma ora si trovava nei guai, e lui li odiava i guai.
“Mandiamo qualche pokemon volante a chiamare rinforzi no?” Esclamò Umbreon
”No! NEMMENO SE SIETE IN CENTO CE LA FARETE, urlò disperato Aquila 1.
“E che facciamo stiamo qui a guardare? Intanto rallentiamoli con delle frane“ disse rapidamente Sven.
“Vai Stracoso! Vai Swampert usate frana”, ordinò Sven e in un lampo i due pokemon frantumarono le rocce della montagna e le scagliarono formando un muro che sembrava solido.
E così i tre allenatori si misero a correre nel tentativodi avvisare il resto del gruppo ma il muro di roccia si ruppe con un colpo tremendo.
Davanti a loro c’era un Lugia che non pareva molto amichevole ed ormai anche gli Unborn erano vicini…
“Che facciamo ora?” Disse Aquila1.
“Si combatte”, esclamò Umbreon…

CONTINUE?  INSERT COIN


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: T0p0 G1G10 1337 su Maggio 12, 2007, 19:34:21
Bekins volava alto perlustrando la zona in groppa all'enorme Salamence, pensando...il suo Suicune...lo aveva trovato malaticcio vicino ad un lago e si era preso cura di lui nonostante la riluttanza del pokemon...aveva impiegato un'ora per catturarlo...ed era un clone? Le possibilità che non lo fosse erano pochissime...in ogni caso clone o non clone era un pokemon della sua squadra e mai Bekins lo avrebbe considerato in qualche modo inferiore agli altri. Tutta la squadra è importante, nessuno meno degli altri e anzi Suicune era quello più resistente di tutti.
Bekins si guardò in torno...Fra era in terra tutto sudato che accarezzava il suo meraviglioso Suicune shiny, insieme a tutti gli altri invidiosi...ma...mancava Umbreon...e Sven. Bekins guardò meglio...li vide dall'alto, erano su una montagnetta, evidentemente si stavano allenando isolati, ma poi sentì un urlo, si voltò e sgranò gli occhi. Una enorme macchia nera si spostava nella foresta, e non era uniforme. Uomini, sembravano più di mille, ad occhio. Si dirigevano verso Umbreon. Successe tutto in un istante: Bekins si voltò verso il gruppo e urlò: Pericolo!!, dopodichè si rivolto, estrasse agilmente tutte e cinque le altre pokeball e si lanciò con il suo fido Salamence verso Umbreon e Sven, e alla sua vista, tutti gli uomini si bloccarono ed alzarono la testa: erano magri, avevano uno sguardo penetrante, ma parevano lo stesso spaventati. Non è facile mantenere il controllo con un Salamence sopra la propria testa pronto a sputare fuoco. Ad un certo punto vi fu un enorme lampo di luce argentea e dalla pokeball degli uomini apparvono numerosi pokemon, una grande quantità di Blastoise, Raikou e Deoxys. Una goccia di sudore attraversò il volto di bekins mentre una voce si imponeva sulle altre urlando: <<Pronti...Caricare...Fuoco!!>>
Tantissimi getti di energia derivante da vari elementi: fuoco, acqua, elettricità, fiammate, getti d'acqua enormi, tuoni, lampi, fulmini e tutti si dirigevano verso Bekins e il suo Salamence che non poteva altro che assistere, incapace quasi di muoversi. Ma poco dopo richiuse immediatamente la bocca spalancata e si fece serio, <<Puoi farcela>> disse al suo Salamence, che ruggì con tutta la sua forza.
Colpi arrivarono da tutte le parti, Salamence soffriva, ma era ancora intero.
<<FuocoBomba!! Ora!! Ma non colpire gli alberi!>>
Un'enorme palla di fuoco si formò nelle fauci dell'enorme Salamence e cresceva sempre più, sempre più, dopodichè si divise in parti diverse e andò a colpire alcuni dei pokemon degli allenatori. L'attacco mise ko due Deoxys ed alcuni Skarmory, ma Salamence era stremato, aveva perso molte delle energie nell'attacco e nel subire gli attacchi. Nel frattempo il resto del gruppo era vicino, ma Bekins capi che i nemici erano troppi e non volle coinvolgere i suoi amici. Si voltò verso i nemici e sorrise, dopodichè si appiattì sul suo pokemon e gli ordinò di volare il più velocemente possibile in avanti, lontano da tutti. Mentre volava a velocità supersonica Salamence ruggiva in modo provocatorio per attirare i nemici che invece parevano averlo lasciato perdere. Bekins capì che non aveva scelta, non poteva abbandonare i suoi amici, nè loro avrebbero potuto scappare da un simile esercito. Salamence si voltò di scatto, emise un enorme ruggito e scagliò fiamme in ogni direzione. La battaglia era cominciata.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Seymour su Maggio 12, 2007, 20:46:02
Non si contava più ormai il numero di mantelli neri e volti bianchi  circondati da Raikou, Lugia, Mewtwo e tantissimi altri Pokémon che normalmente non si troverebbero neanche a pagarli. Non si contava più il numero di fulmini, fiammate e raggi ghiacciati che invadevano l' area di battaglia. Fortunatamente lì vicino c'era quel magnifico laghetto. Ma non c'era tempo per questi pensieri. BIsognava concentrarsi, bisognava attaccare. Bisognava combattere.
"Forza ragazzi! Ce la possiamo fare! Fra, Sven, aiutatemi a difendere i nostri compagni, i nostri Pokémon sono molto resistenti. Credo che Umbreon e Bekins ce la facciano con l' attacco. Fra, grazie a Tyranitar potremo dar loro un attacco permanente... Gli altri attacchino con tutte le loro forze, è la cosa migliore. All' attacco!"
"Da quando ti metti a fare lo stratega, Seymour?"
"Solo in pochissimi episodi, lasciatemelo fare. Comunque sono dettagli ampiamente trascurabili, e noi non abbiamo tempo."
"Arctica, Riflesso!"
"Icecrown, Calmamente!"
"Swampert, Cascata!"
Una cascata di acqua, forte di essere resistente grazie al riflesso, bloccò i nemici arrembanti, facendoli rimanere in un' acqua che sembrava comandata dalla mente, così densa eppure così liquida.
"E ora... attacchiamo. Arctica..."
"...Icecrown..."
"...Surf!"
Un' enorme onda d' acqua fuoriuscì dal terreno, mescolandosi alla Cascata di protezione, mentre Swampert usava un Terremoto che colpiva i nemici e allo stesso dempo donava più potenza al Surf.
Molti nemici furono messi al tappeto dall' acqua, dove altri invece annegarono.
I due dragoni, dall' altro, colpivano nel frattempo i nemici in massa sparando fiamme.
Tutti gli altri facevano attaccare i loro Pokémon. Tyranitar rallentava l' avanzata dei nemici mandandone a terra uno alla volta, data la sua lentezza.
La furia dei Pokémon leggendari si scatenò: Iniziarono a scagliare attacchi in massa, con forza crescente. La trincea non sarebbe durata a lungo. Eppure DOVEVA. Ma all' improvviso...


To Be Continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: T0p0 G1G10 1337 su Maggio 12, 2007, 21:13:19
Bekins guardava raggiante i suoi compagni tenere a bada i numerosissimi nemici...ma il vantaggio non sarebbe durato a lungo, erano troppi...troppi. Salamence era stremato e Umbreon91 lanciava pokeball da tutte le parti come impazzito..
Bekins lanciò elegantemente varie pokeballs da cui spuntarono Jolteon, Gengar, Suicune, Blissey e Metagross.
Jolteon correva con l'agilità di un ninja tra i nemici che al suo passaggio urlavano di dolore, Gengar appariva alle spalle dei pokemon nemici e li colpiva con forza e di sorpresa, Suicune era fermo con 10 nemici ghignanti intorno, ma non era per nulla turbato. Blissey si aggirava nel campo di battaglia e a nulla servivano i ripetuti attacchi dei Kyogre, ella portava pace e gioia e speranza in ognidove, al suo passaggio i fiori sbocciavano e i pokemon si riempivano di coraggio, eppure i nemici erano troppi e anche Blissey non era molto speranzosa, sebbene nulla le potesse togliere il sorriso dalla bocca. Metagross aveva distrutto parecchi pokemons avversari in pochi colpi, ma non era abbastanza veloce da provocare danni considerevoli contro i troppi nemici.
Salamence sparava fuoco e perfino elettricità con tutta la sua forza, ma non bastava. I pokemons di Umbreon non reggevano, alcuni erano stati messi ko, jolteon correva rapido ma un enorme Groudon lo aspettava dietro un'enorme albero. Jolteon frenò terrorizzato, mentre Groudon sghignazzava e ruggiva.
Gengar apparve dietro un Alakazam sfinito per distruggerlo completamente, ma l'intelligente e rapido pokemon si teletrasportò alle spalle di Gengar che rimase con lo sguardo fisso conscio della sua imminente fine. Suicune era bombardato da tutte le parti e non si sa quanto sarebbe riuscito a resistere.
Un malefico Dugtrio si presento di fronte a Metagross, circondato di corpi di pokemon esausti e Metagross dopo aver eliminato cotanti avversari per la prima volta provò il terrore...
Ma ad un certo punto accadde qualcosa che nessuno si sarebbe aspettato e la speranza si riaccese nei cuori di tutti...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Aquila 1 su Maggio 12, 2007, 21:22:51
Una figura verdognola si stagliò nel cielo, una figura che ormai Umbreon e Sven conoscevano bene:
era Aquila 1 in groppa a Flosh, il suo flygon.
“Ce la possiamo ancora fare, ma avremo bisogno dell’ausilio si tutti, e bisogna fare in fretta, quei tre non resisteranno ancora a lungo, d’altronde io li ho messi in questo pasticcio e io li devo aiutare” disse Aquila 1 a Flosh.
“Metal, Ala, fuori!” gridò lo stesso lanciando due pokéball prese dal suo ampio mantello, dalle quali uscirono un lucente Skarmory ed un maestoso Pidgeot che si misero al seguito del flygon.
“Umbreon, mi pare ti chiami così no?, e tu, tizio salite forza, vi condurrò al centro della battaglia!”
Umbreon e Sven, un po’ indispettito, saltarono su e si diressero verso la battaglia ad aiutare Seymour e gli altri.
“Umbreon, tu prendi il controllo di Metal, e tu…”
“SVEN”Rispose infuriato lui
“Si, Sven, tu prendi il controllo di Ala!”Intimò Aquila 1, gli altri due constatarono che al momento non avessero strategie migliori e eseguirono.
“Metal, alacciaio!”
“Ala, aereoassalto!”
“Flosh, gigassorbimento, e, quando sono tutti distratti, terremoto”
Le ali di Metal si illuminarono e, chiunque stesse li avrebbe avuto l’impressione di vederle più grandi e affilate di prima, Ala invece salì in alto e iniziò a muoversi così velocemente da non essere individuabile, infine Flosh si butto sui nemici a mo’ di dissennatore preparandosi a colpire il terreno con la sua possente coda.
Molti pokémon furono abbattuti da Metal e Ala e qualche allenatore si accasciò a terra, con qualche lesione e qualche lacerazione, altri caddero a terra come disidratati al passaggio di Flosh, e altri ancora caddero in delle crepe formatesi nel terreno in seguito al possente colpo che doveva formare l’attacco terremoto.
Gli unborn subirono in tutto ciò un centinaio di perdite tra reclute e pokémon, ma tutto ciò non sembrò minimamente sconvolgere la massa che si ricompattava pronta a ricominciare quella battaglia che sembrava destinata a durare a lungo.
                                                                    [TO BE CONTINUED]


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Mr.Pkmn su Maggio 12, 2007, 22:07:57
Intanto Mr.Pkmn, che era tornato a Sinnoh per alcune ricerche, aveva ricevuto la notizia dalla tv locale e subito corse in laboratorio.
"Professore, professore! I miei amici sono in pericolo! Mi serve una Master Ball per catturare quel pokemon!"
"Può essere pericoloso! Tu sai quanta potenza può sprigionare?"
"Si lo so, ma è l'unico modo. Con la Master Ball ci vorrà solo un tiro!"
"Va bene. Tieni, ma fai attenzione!"
Mr.Pkmn sapeva del rischio che stava correndo. Decise di andare al Mt.Coronet dopo aver usato un X Sp.Def su Straraptor in modo che potesse reggere le gelide temperature del picco del monte. Dopo aver percorso i tortuosi cunicoli delle caverne dell'Mt.Coronet, riuscì ad arrivare al picco più alto: la Spear Pillar! E' qui dove Mr.Pkmn sconfisse i membri del Team Galactic, liberando il pokemon leggendario Dialga. Ma non era qui per lui. Infatti mirava a qualcosa più in alto. Si mise nella piattaforma davanti alle scale del tempio e suonò un flauto blu che sembrava una conchiglia. Incredibile! Davanti alle scale del tempio comparsero un'altra serie di scale luminose, che portarono Mr.Pkmn nella Hall of Origin. Perplesso, si avvicinò quando vide un enorme pokemon, con una specie di ruota gialla nel corpo. Era Arceus, il dio dei pokemon. E Mr.Pkmn lo aveva lì di fronte.
"Vai Gardevoir! Usa Tuononda!"
Gardevoir lanciò un raggio elettrico che paralizzò Arceus, ma non gli fece gravi danni perchè usò Rinfrescata. Mr.Pkmn chiese allora di usare un potente attacco Psichico, che neanche questo ebbe molto effetto, perchè Arceus usò Ripresa.
"Qui ci vuole un colpo forte. Vai Straraptor! CLOSE COMBAT A TUTTA FORZA"
L'uccello cominciò ad avvicinarsi ad Arceus, il quale stava caricando un Iper Raggio. Purtroppo colpì di poco Straraptor che cadde a terra esausto.
"Straraptor hai fatto del tuo meglio! Torna! E' il momento! VAI MASTER BALL!"
Mr.Pkmn lanciò la sfera viola contro il pokemon che si stava ricaricando dopo l'Iper Raggio. Destra. Sinistra. Destra. Fermo. Mr.Pkmn aveva catturato il dio dei pokemon! Ma il suo scopo era diverso, non voleva conquistare il mondo o cose simili. Doveva salvarlo dalla furia distruttiva degli Unborn con i suoi falsi leggendari. Tornato al centro pokemon, curò Straraptor e Gardevoir e di corsa volò dai suoi amici che...

To be continued

________________________________________________________________________________

Scusate se ho fatto lo sborone, ma era l'unico modo secondo me per far fuori tutti quelli dell'unborn :looksi


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Maggio 13, 2007, 01:03:24
In seguito a molteplici attacchi, solo il Salamence di Umbreon era rimasto in campo, e doveva fronteggiare circa un centinaio di avversari. Atterrò.
Umbreon lo guardò, e capì cosa avrebbe fatto a momenti. Svelto, salì in groppa del bestione. Salamence alzò una potente zampa, più grande di una persona. Resto in quella posizione per una decina di secondi, il tempo sembrava si fosse bloccato, i nemici stavano a guardare. Con una potenza inaudita, il Salamence sbattè la zampa a terra, provocando un Terremoto di enormi proprorzioni che causò danni a tutto. Alberi sradicati, paesaggio del tutto sconvolto. Alcuni nemici erano ancora in piedi. Salamence, aveva perso tutte le forze con quell'attacco. Non sapeva più cosa fare: avevano perso la battaglia.
Imprecando, stava per annunciare la resa.
<<VAI, ARCEUS!>>. Il dio dei Pokémon scese in campo. Tutti i Pokémon scapparono spaventati, un paio di membri Unborn si accasciarono a terra. Molti fuccirono coi propri Pokémon: Arceus non trovò nessuno che volesse fronteggiarlo.
Mr.Pkmn lo guardò, capendo di aver fatto un'impresa eroica, poi guardò la Master Ball. Realizzò che non poteva possedere un Pokémon così forte. Lo liberò, a malincuore.
Arceus non scappò, intuì che il ragazzo aveva fatto un'azione degna di coraggio, sapeva di essere il più forte tra i Pokémon. Decise di seguire il gruppo, da Pokémon non ostile, ma libero e indipendente.


Era caduto su uno Snorlax addormentato. Notò una grossa base lì vicino. Centinaia di Pokémon erano addormentati, nella vallata di quel canyon. Il tizio credette di essere nel paese della cuccagna, utilizzò 6 Pokéball e catturò 6 Pokémon diversi, credendo che fossero fortissimi; questi non opposero resistenza e si fecero catturare tutti. Il tizio si addentrò nella base.

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Abry su Maggio 14, 2007, 16:33:18
Il gruppo, esausto fisicamente ma non mentalmente, pensò quasi contemporaneamente: "Ma Abry e Poli dove sono andati a finire?" Ebbene, i due sbucarono da due parti opposte, entrambi con un sorrisone sulle labbra. Umbreon chiese loro perchè non li avessero aiutati, benchè sapesse che non avrebbero potuto fare quasi nulla. Ad ogni modo due si scusarono, e raccontarono ciò che nel frattempo avevano fatto: Abry aveva catturato Croagunk e uno dei suoi Pokèmon preferiti, il Pokèmon palindromo, Girafarig! Ora la sua squadra era quasi completa, oltre al veccio Dodrio c'erano il giovane Chinchou, Sudowoodo, Croagunk e Girafarig. Poli invece, oltre al suo Ampharos, al suo Heracross, al nuovo Dorapion e naturalmente al suo Politoed aveva catturato anche un Surskit e il pokèmon senza debolezze: Sableye.
Riuniti con il gruppo entrarono tutti nella caverna e...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Troll face su Maggio 14, 2007, 17:28:17
"...E con questo ti salutiamo. Rimarrai per sempre nei nostri cuori. Addio."
Una lacrima scese sul viso di Lunaedge e cadde sulle labbra di Mati. Era una lacrima di disperazione, ma soprattutto di rabbia. Di odio. Di desiderio di vendetta.
Malva passò un mazzo di fiori al suo capo. Lunaedge lo appoggiò sul corpo della defunta.
Le altre reclute siedevano a semicerchio, in silenzio. Alcune chiudevano gli occhi, altre cercavano di limitare lo sconforto.
Dopo la cerimonia il corpo fu sepolto, vicino alla base, sotto a un castagno. Fu appeso un piccolo cartello commemorativo di legno.

***

I giorni seguenti trascorsero in tranquillità. A risentire di più della perdita era il povero Forretress, consapevole di aver involontariamente colpito a morte la sua cara, dolce padrona. Trascorreva intere giornate in riva ad un laghetto, specchiandosi sull'acqua, perdendo lacrime. Niente pareva poterlo consolare.

Snorlax e Raikou, ritrovatisi senza padrone, furono curati e nutriti. Dimenticarono Maledizione e Calmamente. Quando si ripresero completamente vennero rilasciati.

"Capo, che pensi di fare?"
"Non lo so, e non lo voglio sapere. Qui nessuno ha voglia di far nulla. Verranno giorni migliori per agire."

To be continued.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Seymour su Agosto 11, 2007, 17:16:50
Esprimo un' opinione. La fic è morta. La trama si è totalmente incasinata (Colpa mia, mi dispiace.). Io direi di ricominciarla SENZA leggendari. Ognuno scelga un pkmn con cui iniziare, magari non troppo forte, a livello evolutivo di base, e poi si vedrà altri pkmn da catturare. Può uscirne qualcosa di stupendo e geniale, secondo me. Ditemi se volete...


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: phantom su Agosto 11, 2007, 19:17:15
Era quella la mia idea.


Titolo: Re: La fan fiction di gruppo
Post di: Troll face su Maggio 14, 2009, 20:55:03
no, però questa me la ricordavo carina °° ora la rileggo, ma qualcosa si può fare. intanto unlocko